Pannelli fotovoltaici e spazio insufficiente per tutti

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 1337/2023, pubblicata lo scorso 17 gennaio, ha stabilito che l’installazione di un impianto fotovoltaico sulle parti comuni di un condominio e che non renda necessaria la modificazione delle stesse, può essere eseguita dal singolo condomino interessato senza preventiva autorizzazione dell’assemblea. Il condomino interessato deve garantire comunque la stabilità e il decoro dell’edificio. Inoltre, è fondamentale garantire che l’utilizzo delle parti comuni per l’installazione dell’impianto non precluda agli altri condomini la possibilità di usufruire dello stesso spazio per finalità analoghe presentando un progetto.

L’assemblea, può prescrivere delle modalità alternative di esecuzione dell’intervento o imporre cautele in merito alla salvaguardia della stabilità, della sicurezza e del decoro architettonico, ma non ha il potere di vietarne l’installazione esprimendo parere contrario.

Condividi:

Articoli Correlati