Decreto-Legge 212/2023: Misure Urgenti Relative alle Agevolazioni Fiscali

Il Decreto-Legge 212 del 29 dicembre 2023 introduce misure urgenti riguardanti le agevolazioni fiscali previste negli articoli 119, 119-ter e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 771.

Ecco alcuni punti salienti del decreto:

Bonus nel Settore dell’Edilizia:
Le detrazioni spettanti per gli interventi di cui all’articolo 119 del decreto-legge 34/2020, per i quali è stata esercitata l’opzione di cui all’articolo 121, comma 1, non sono oggetto di recupero in caso di mancata ultimazione dell’intervento stesso, ancorché tale circostanza comporti il mancato soddisfacimento del requisito del miglioramento di due classi energetiche.
Resta ferma l’applicazione dell’articolo 121, commi 4, 5 e 6, nel caso sia accertata la mancata sussistenza degli altri requisiti che danno diritto alla detrazione d’imposta.
Contributo per Redditi Bassi:
È autorizzata la corresponsione di un contributo in favore dei soggetti con un reddito di riferimento non superiore a 15.000 euro, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2024 al 31 ottobre 2024 in relazione agli interventi di cui all’articolo 119, comma 8-bis, del decreto-legge 34/2020.
Modifiche al Superbonus e alle Agevolazioni per l’Abbattimento di Barriere Architettoniche:
Il decreto apporta modifiche alla disciplina del superbonus e alle agevolazioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Queste misure sono state introdotte per garantire la salvaguardia dei contribuenti e promuovere interventi nel settore edilizio e l’accessibilità architettonica. Il decreto è entrato in vigore il 30 dicembre 2023.

Condividi:

Articoli Correlati

Rifacimento facciate con stonacatura oltre il 10%

L’intervento sull’involucro di un edificio, quando comporta una modifica superiore al 10%, potrebbe richiedere l’adeguamento termico con l’installazione di isolamenti e coibentazione. Il rifacimento delle