CANTIERI BONUS FISCALI: NAVIGARE TRA RISCHI E SOLUZIONI


I bonus fiscali sono stati una boccata d’aria fresca per molti italiani, offrendo l’opportunità di migliorare l’efficienza energetica delle proprie abitazioni e di avviare ristrutturazioni senza costi diretti. Tuttavia, la medaglia ha il suo rovescio: l’aumento dei casi di imprese che, dopo aver ricevuto l’anticipo, hanno abbandonato il cantiere.

La recente sentenza di Padova (numero 2266, 15 novembre 2023) ha negato il risarcimento per mancata dimostrazione dell’impossibilità di trovare altre imprese per completare i lavori e usufruire delle agevolazioni fiscali1. Al contrario, il tribunale di Frosinone (sentenza numero 1080, 2 novembre 2023) ha riconosciuto il diritto al rimborso parziale del beneficio fiscale perso, oltre alla restituzione dell’acconto. La sentenza del Tribunale di Frosinone mette in evidenza la possibilità da parte del soggetto che non è riuscito ad ottenere il beneficio fiscale per inadempiemento dell’impresa di ottenere il rimborso dell’anticipo e in taluni casi anche il risarcimento del danno per la perdita del bonus, purché si presenti adeguata documentazione che certifichi non solo i lavori non portati a termine, ma anche l’impossibilità di porre rimedio a tale situazione, inteso come il reperimento di altre imprese.

Condividi:

Articoli Correlati