Sciacquone rumoroso

In un stabile se un condomino subisce disturbi insopportabili a causa del bagno del vicino può intraprendere azioni legali, rivolgendosi al Tribunale per ottenere un giudizio definitivo sull’illiceità delle immissioni rumorose. Questo potrebbe includere sia la richiesta di modifiche strutturali necessarie per eliminare il problema, sia un risarcimento per i danni subiti, come previsto dall’art. 2043 cod. civ., secondo cui qualunque atto che cagioni, ingiustamente, un danno ad altra persona obbliga colui che ha commesso il fatto dannoso a risarcire il danno.

La Cassazione con sentenza n. 21649/2021, ha chiarito che le emissioni eccessive di rumore da uno sciacquone possono arrivare a costituire una violazione dell’art. 8 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo. Altra sentenza sull’argomento è Cassazione 2611 del 2117 e Cassazione 24741/2023.

Condividi:

Articoli Correlati